12 aprile 2013 / 16:08 / 4 anni fa

Italia, con pagamento debiti PA emissioni lorde 2013 a 445 mld - Intesa

MILANO, 12 aprile (Reuters) - Il decreto per il pagamento dei debiti della PA, ma anche una stima del fabbisogno statale alzata nel Def non solo per il decreto, spostano in area 445 miliardi il livello delle emissioni di titoli di Stato italiani nel 2013 rispetto ai 410-420 previsti a inizio anno dal Tesoro.

E’ questa la stima dell‘ufficio studi di Intesa Sanpaolo, che tiene conto del decreto legge sul pagamento di debiti della PA per 40 miliardi di euro, 20 nel 2013 e 20 nel 2014.

Il tetto delle emissioni contenuto a 445 miliardi implica, nel quadro tratteggiato da Intesa, che il Tesoro finanzi 5 miliardi delle sue necessità attraverso il fondo di ammortamento e concluda l‘anno con un conto di tesoreria a quota 28 miliardi rispetto ai 34 di fine 2012.

Anche “il quadro delle emissioni nette vede una radicale revisione al rialzo da inizio anno: le nuove stime vedono quindi emissioni nette nell‘ordine di 65 miliardi di euro, in aumento di circa 14 miliardi di euro rispetto al 2012” spiega la strategist Chiara Manenti, che stima per fine aprile emissioni nette effettuate già a 50 miliardi di euro.

Le previsioni di Intesa che tengono conto del nuovo target per il fabbisogno statale pari a 73,7 miliardi di euro, indicano poi per il secondo trimestre un‘offerta netta pari a 22 miliardi di euro.

L‘intenso primo semestre del Tesoro sul primario porterebbe così da luglio a dicembre a una “gestione del rifinanziamento più agevole con emissioni nette negative per 10 miliardi di euro”.

INTESA VEDE EMISSIONI BTP PER 167 DA 186 NEL 2012

Guardando alle emissioni lorde annuale dei diversi titoli Intesa vede ora i Btp a quota 167 miliardi di euro rispetto ai 186 miliardi collocati nel 2012, comprensivi di circa 25 miliardi di BTPei e di Btp Italia. La scomposizione per scadenza delle emissioni lorde dovrebbe includere 75,5 miliardi a 3-5 anni, 42 miliardi a 10 anni e 25 miliardi a 15-30 anni. Da inizio anno ad oggi sono stati collocati 66 miliardi di Btp.

Le emissioni di Cct sono viste a 18 miliardi di euro (di cui 6,6 mld già collocati) dai soli 5 del 2012. Quest‘anno vi è però stato il ritorno ad aste con cadenza mensile.

Per i Ctz la stima è pari a 36 miliardi di euro, in linea con i 40 mld collocati nel 2012, di cui 13 già emessi, mentre per i Bot sono attese emissioni in calo a 216 miliardi da 241 mld realizzati nel 2012 (77 già collocati).

Le emissioni di eurobond infine sono viste a 8 miliardi di euro, rispetto ai 9 visti nel 2012.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below