Debiti Pa, rimborsare tutte le fatture entro il 2015 - Saggi

venerdì 12 aprile 2013 14:38
 

ROMA, 12 aprile (Reuters) - I saggi ritengono opportuno saldare l'intero debito commerciale accumulato negli anni dalla pubblica amministrazione "prima del 2015, anno in cui inizia l'obbligo europeo di progressiva riduzione del debito pubblico".

È quanto si legge nel rapporto del gruppo di lavoro in materia economico-sociale ed europea nominato dal Quirinale.

Ad oggi non ci sono dati certi sull'ammontare delle fatture da saldare. La Banca d'Italia ha stimato un totale di 90-91 miliardi a fine 2011. L'Abi, l'associazione delle banche italiane, ritiene che lo stock complessivo sia superiore a 100 miliardi mentre la Cgia di Mestre parla di 130 miliardi. Il governo di Mario Monti ha accreditato un valore di circa 80 miliardi, sempre a fine 2011.

Secondo i saggi, occorre garantire "la scrupolosa osservanza" del termine temporale di 30 giorni stabilito dalla direttiva europea sui pagamenti, che l'Italia ha reso vincolante dal primo gennaio 2013.

Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia