Imu, esentare prima casa o garantire forte progressività - Saggi

venerdì 12 aprile 2013 13:48
 

ROMA, 12 aprile (Reuters) - Rendere "esente" dal pagamento dell'Imu la prima casa con l'esclusione di quelle di lusso o definire "uno schema fortemente progressivo".

È la misura principale che il gruppo di lavoro sui temi economico-sociali, istituito dal Quirinale Nell'ambuito della soluzione della crisi di governo, propone per "migliorare il sistema tributario" a "parità di gettito".

Il rapporto sollecita inoltre il Parlamento ad approvare la delega fiscale e a semplificare il processo tributario "per creare un rapporto di fiducia reciproca con il cittadino".

Tra le proposte, il documento suggerisce di estendere "la conciliazione giudiziaria" al secondo grado di giudizio, "la non iscrivibilità sull'abitazione principale di ipoteca da parte dell'agente della riscossione" e la "possibilità di sanzionare le amministrazioni che commettono errori sistematici, attivando indebitamente l'azione di Equitalia".

Inoltre, i saggi segnalano "la proposta volta a permettere ai contribuenti di portare in mediazione tributaria anche le potenziali controversie di valore superiore a 20.000: ad esempio, elevare il limite a 50.000 euro potrebbe aumentare significativamente la quota delle potenziali liti avviate a mediazione".

Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia