Quirinale, si rivota per candidati M5s dopo attacco hacker-Grillo

venerdì 12 aprile 2013 12:18
 

ROMA, 12 aprile (Reuters) - Un attacco di hacker ha provocato l'annullamento del primo turno della votazione online sul sito di Beppe Grillo sui candidati per il Quirinale preferiti dai militanti del Movimento 5 stelle, che dalle 11 di oggi sono tornati a votare.

Lo ha annunciato lo stesso Grillo in un post.

"Le votazioni per il presidente della Repubblica di ieri sono state oggetto di attacco di hacker", ha scritto il comico e polemista ligure, leader del M5s.

"In presenza dell'ente di certificazione è stata riscontrata una intrusione esterna durante il voto e siamo riusciti a determinare le modalità con cui è avvenuto l'attacco. Abbiamo deciso di annullare quindi le votazioni di ieri e ripeterle oggi con nuovi livelli di sicurezza", aggiunge Grillo.

A votare dalle 11 sono ammessi gli iscritti al movimento fino al 31 dicembre scorso e "che abbiano inviato i loro documenti digitalizzati". Dopo il primo turno, i 10 nomi più gettonati saranno sottoposti a ballottaggio lunedì prossimo 15 aprile, ballottaggio da cui uscirà il candidato votato dai parlamentari del M5s a partire dal 18 aprile.

In quella data, infatti, deputati, senatori e rappresentanti delle Regioni inizieranno a votare per il successore di Giorgio Napolitano al Colle. Nelle prime tre votazioni occorrono due terzi dei voti, dalla quarta basta la maggioranza assoluta.

Sul sito it.reuters.com le notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia