PUNTO 1 - Tesoro vede in Def manovra da 10,7 mld con Imu da 2015

giovedì 11 aprile 2013 18:15
 

* Manovra 0,6 punti Pil con Imu per saldo strutturale zero

* Monti confida in impatto riforme su Pil

* Stime debito scontano dismissioni annue pari a 1% Pil (Riscrive titolo e attacco, aggiunge dettagli al 7° paragrafo)

di Giuseppe Fonte

ROMA, 11 aprile (Reuters) - Anche confermando il regime Imu dopo il 2014, l'Italia dovrà probabilmente fare una manovra correttiva da 10,7 miliardi per mantenere il bilancio in pareggio strutturale tra 2015 e 2017.

È quanto emerge dal testo ufficiale del Documento di economia e finanza (Def), pubblicato ieri sera dal ministero dell'Economia.

Il nuovo quadro programmatico conferma fino al 2014 il pareggio di bilancio al netto del ciclo economico e delle una tantum. Ma dal 2015 non sarà più in vigore l'Imu sulla prima casa e l'aumento dei moltiplicatori con cui si calcola la rendita catastale.

Spetterà al successore di Mario Monti decidere se prorogare l'Imu o fare "interventi compensativi", ha detto ieri Palazzo Chigi.

Il Def precisa che anche scontando la conferma dell'Imu la dinamica dell'indebitamento "si avvicina al livello necessario al conseguimento dell'equilibrio strutturale di bilancio".   Continua...