PUNTO 1-Per Rosy Bindi governo di minoranza consegnerebbe Pd a Berlusconi

giovedì 11 aprile 2013 09:51
 

(Aggiorna con Cicchitto, Fassina)

ROMA, 11 aprile (Reuters) - L'ipotesi di un esecutivo "di minoranza" del Pd varato grazie all'astensione del Pdl rischia di consegnare il partito di Pier Luigi Bersani a Silvio Berlusconi, secondo la presidente democratica Rosy Bindi, che chiede invece "un governo di scopo" guidato da una personalità istituzionale.

"Quando leggo che dovremmo fare un governo che vive grazie al fatto che un po' di senatori del Pdl escono dall'aula e che magari arriva qualche voto 'grillino', mi viene da dire che stiamo dando a Berlusconi le chiavi del nostro cosiddetto 'governo del cambiamento'", dice Bindi in un'intervista pubblicata oggi dal quotidiano "La Stampa".

"Potrà decidere lui come e quando staccare la spina e quali e quanti dei nostri otto punti far benevolmente passare. Insomma, ci mettiamo completamente nelle sue mani".

Nell'intervista, l'ex ministro dice che è "irricevibile" l'ipotesi di un governo col Pdl e punta a "una soluzione marcatamente istituzionale, affidata al presidente della Repubblica per un governo di scopo, limitato nel tempo, guidato da una personalità congeniale a tale profilo, istituzionale e non politico".

Bindi, ex Dc che viene dal partito della Margherita - che insieme ai Ds hanno dato vita al Pd - critica Bersani sulla linea politica, dicendo che il partito si sta "allontanando dalla sua ispirazione originaria" e che "ci sono troppe spinte per la ricostruzione del partito della sinistra italiana".

Ieri sera un altro ex Dc, Dario Franceschini, già segretario del Pd, ha detto in una trasmissione tv di che per la prima volta sono preoccupato per il rischio scissione nel Pd". L'esponente politico ha già aperto da giorni alla possibilità di un governo di scopo col Pdl.

Sempre oggi, sul "Messaggero", il sindaco di Firenze Matteo Renzi - escluso nei giorni scorsi dalla rosa dei grandi elettori della Regione Toscana per l'elezione prossimo presidente della Repubblica per pressioni, ha detto, da parte dei vertici del Pd - dice di credere in un prossimo accordo tra Bersani e Berlusconi, ma chiede di formare subito il governo.

"Sennò si vada a votare. Non è mica un dramma. Si può votare anche con il Porcellum", ha detto Renzi.   Continua...