Debiti Pa, Italia garantisca chiusura procedura deficit - Rehn

lunedì 8 aprile 2013 13:26
 

BRUXELLES, 8 aprile (Reuters) - La Commissione europea si impegna a valutare "attentamente" il decreto sui 40 miliardi promessi alle imprese fornitrici della pubblica amministrazione e rinnova l'appello all'Italia affinché non pregiudichi la chiusura della procedura per deficit eccessivo.

Lo ha detto Simon O'Connor, portavoce del commissario agli Affari economici e monetari Olli Rehn.

A pochi minuti dall'incontro fra Rehn e il ministro dell'Economia Vittorio Grilli, O'Connor dice che la Commissione sostiene la liquidazione dei debiti commerciali "garantendo al contempo l'uscita dalla procedura, che è essenziale per la sostenibilità delle finanze pubbliche italiane".

Il pagamento delle fatture pendenti "non è una bacchetta magica ma può alleviare la situazione" delle imprese, ha aggiunto il portavoce di Rehn ribadendo che il verdetto sulla procedura di infrazione arriverà a maggio, quando la Commissione europea pubblicherà le stime di primavera.

Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia