Debiti Pa, Tesoro pronto a "correttivi" per ridurre deficit - bozza

venerdì 5 aprile 2013 18:32
 

* Governo non vuole mettere a rischio chiusura procedura Ue

* Ruolo Cdp per velocizzare pagamenti dei comuni in rosso

* Le Regioni dovranno garantire la restituzione dei prestiti

ROMA, 5 aprile (Reuters) - Il ministero dell'Economia adotterà interventi "correttivi urgenti" qualora la liquidazione dei 40 miliardi promessi alle imprese fornitrici della pubblica amministrazione dovesse portare l'indebitamento vicino al 3% del Pil nei prossimi due anni.

Lo prevede la bozza aggiornata del decreto legge che il Consiglio dei ministri esaminerà domani alle 9,30.

Il testo conferma che i 40 miliardi saranno ripartiti a metà tra 2013 e 2014 ma, secondo fonti politiche, l'esecutivo starebbe valutando di modificare lo schema dell'operazione aumentando la quota di fatture da pagare quest'anno.

Al netto delle risorse che gli enti locali in avanzo di cassa si vedranno sbloccare, la copertura deriva da "emissioni di titoli di Stato". I maggiori interessi sul debito saranno compensati da una "corrispondente riduzione lineare" dei bilanci ministeriali.

La bozza spiega che il Tesoro monitorerà i pagamenti e, "qualora emerga il rischio di mancato raggiungimento dell'obiettivo programmatico, rimodulerà le spese autorizzate o adotterà provvedimenti correttivi urgenti".

Il rimborso dei debiti farà lievitare al 2,9% del Pil l'indebitamento in rapporto al Pil del 2013.   Continua...