April 4, 2013 / 3:33 PM / 4 years ago

SINTESI - Bce per ora ferma su tassi, su euro forte volontà politica

4 IN. DI LETTURA

* decisione consiglio a maggioranza, discussione approfondita

* rischi su crescita al ribasso, Bce valuterà evoluzione macro

* modello Cipro non è nuovo schema salvataggio banche

* scommettere su fine zona euro errore sottovalutazione politica

MILANO, 4 aprile (Reuters) - Dopo averne discusso approfonditamente, il consiglio odierno Bce ha votato a maggioranza a favore di una conferma dei tassi di riferimento europei. L'Eurotower valuta comunque attentamente l'evoluzione macro e i rischi sulla stabilità dei prezzi e resta pronta a intervenire con misure sia convenzionali sia non.

E' il messaggio di Mario Draghi, che come di consueto incontra la stampa al termine della riunione mensile di politica monetaria terminata con la prevista conferma dello status quo.

L'analisi congiunturale resta peraltro quella degli ultimi mesi: rischi al ribasso sulla crescita - come peraltro più che evidente dalle indagini Pmi pubblicate questa mattina - e sostanzialmante bilanciati sull'inflazione.

Il riferimento a un dibattito "approfondito" sui tassi e a quello di un orizzonte di "settimane" per possibili nuove valutazioni sullo scenario macro vengono in un primo momento interpretati come segnali ribassisti, con un immediato effetto negativo sul cambio.

"Teniamo in considerazione misure sia standard sia non, la nostra è una valutazione a 360 gradi", assicura.

E' però nella seconda parte dell'intervento di fronte ai giornalisti che Draghi alza i toni, permettendo all'euro di riportarsi oltre 1,28 dollari nonché in rialzo di oltre tre punti percentuali sullo yen, che risente delle nuove aggressive misure espansive appena annunciate da Banca del Giappone.

Commette un grave errore di sottovalutazione politica, avverte il presidente Bce, chi scommetta sulla fine dell'unione monetaria sottovalutandone l'investimento di 'capitale politico' da parte dell'Europa sulla base di periodi ipotetici lontani dalla realtà.

Non esiste infatti alcun piano 'b'.

"Fare simili domande significa sottovalutare gravemente cosa sia l'euro per gli europei, sottovalutare il capitale politico investito nell'unione monetaria e continuare a chiedere a persone come me cosa succederebbe se l'euro dovesse saltare o un Paese uscire domani dalla valuta unica. Nessun piano b" ribatte, quasi seccato, a chi lo sollecita sulla possibilità di implosione dell'unione monetaria.

In maniera peraltro prevedibile, si concentrano particolarmente sul caso Cipro i quesiti dei giornalisti, curiosi di conoscere il parere Bce sul salvataggio del sistema bancario dell'isola tradottosi in un onere per i correntisti più abbienti.

"Cipro non è un modello; sono convinto che il presidente dell'Eurogruppo sia stato frainteso", garantisce Draghi.

La strategia messa a punto per il salvataggio delle banche cipriote ha coinvolto nei costi gli intestatari di conti superiori ai 100.000 euro con un primo effetto leggermente shock sui mercati finanziari.

La Bce, chiarisce Draghi, non è comunque contraria al concetto di 'bail-in', ovvero alla condivisione degli oneri finanziari da parte di azionisti, obbligazionisti e correntisti nel caso di difficoltà dell'istituto di credito.

Servono però regole precise e metterle a punto spetta alla Commissione europea, in modo che la soluzione delle crisi bancarie non abbia sui mercati l'effetto di quella cipriota.

Decide invece di non rispondere a una domanda specifica sullo stallo politico italiano il numero uno Bce, che ha ricevuto il fine settimana scorso una telefonata 'esplorativa' di Giorgio Napolitano, che replica oggi a Matteo Renzi per smentire che Roma stia perdendo tempo nella soluzione della crisi di governo.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below