Debiti Pa, Grilli: decreto non conterrà alcun aumento imposta

mercoledì 3 aprile 2013 19:55
 

ROMA, 3 aprile (Reuters) - Il decreto legge con il quale il governo consentirà il rimborso di 40 miliardi di debiti commerciali dovuti dalla Pubblica amministrazione alle imprese fornitrici non prevede un aumento delle tasse, secondo il ministro dell'Economia Vittorio Grilli.

Durante la registrazione della trasmissione di Rai 1 Porta a Porta, a Grilli è stato chiesto se le risorse saranno trovate attraverso un anticipo al 2013 della possibilità per le Regioni di aumentare l'addizionale Irpef.

"Il problema non sussiste questo decreto non conterrà aumenti di imposta", ha risposto Grilli confermando che il provvedimento è stato rimandato di "pochissimi giorni".

Per metà maggio dovrebbero essere fatti i primi pagamenti, che riguarderanno "una posta importante", ha detto ancora Grilli.

La tabella di marcia prevede che le amministrazioni pubbliche entro aprile individuino la dimensione dei crediti da liquidare e nella prima metà di maggio il governo stabilisca come ripartire i pagamenti tra le varie amministrazioni.

Alla domanda se ci siano margini per evitare l'aumento di un punto dell'Iva al 22% dal primo luglio e rimandare la Tares al 2014 Grilli ha risposto: "Lo spero vivamente. Questo richiede una strategia economica con un programma di medio periodo. Penso che sia possibile, si possono individuare questi spazi: serve la volontà politica".

L'aumento dell'Iva impatta per 4,2 miliardi sul 2013.

(Giuseppe Fonte)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia