Btp, prosegue rialzo su ipotesi accordo governo, spread a 325 pb

mercoledì 3 aprile 2013 12:43
 

MILANO, 3 aprile (Reuters) - Prevale ancora un'impostazione
moderatamente positiva sul mercato obbligazionario italiano, già
osservata ieri al rientro dalla pausa pasquale.
    Gli investitori continuano a guardare con una certa dose di
ottimismo al lavoro delle due commissioni di saggi (esponenti
dei principali partiti escluso il M5s), incaricate dal
presidente della Repubblica Giorgio Napolitano di individuare
linee di convergenza tra i partiti: un'iniziativa che potrebbe
essere preliminare ad un ampio accordo di governo, per quanto
limitato nel tempo, che permetterebbe di superare l'attuale fase
di stallo politico post-elettorale.
    "Per quel che riguarda il mercato meglio i saggi che nuove
elezioni" spiega il trader di una delle maggiori banche
italiane. "Tornare a votare con questa legge elettorale sarebbe
una stupidaggine, meglio tentare un accordo di governo decente
per risolvere questo aspetto, e credo che la convinzione sia che
alla fine si arriverà ad un accordo".
    Fissata intanto al 18 aprile la prima seduta comune del
parlamento per l'elezione del nuovo presidente della Repubblica
.
    Complice anche la giornata d'aste per la Germania, e la
progressiva risoluzione dell'emergenza finanziaria a Cipro, lo
spread tra Btp e Bund decennali è risultato ancora in discesa
questa mattina, sotto quota 330 punti base. Attorno a metà
seduta lo spread tratta sul minimo di giornata in area 325 punti
base (dai 332 della chiusura di ieri), dopo essere salito nel
corso della seduta di giovedì scorso nuovamente oltre 360, sui
massimi da novembre. 
    "Si conferma il tono positivo sul mercato" nota il trader.
"La parte breve è quella che si muove meglio, gli acquisti più
consistenti vanno fino al due anni, oggi c'è steepening della
curva".
    Il rendimento sul tratto a due anni, sceso ieri pomeriggio
nuovamente sotto la soglia del 2%, tocca proprio a fine
mattinata un minimo intraday sotto quota 1,91%. 
    
    VERSO MEETING BCE, PRESSIONI AL RIBASSO SU RENDIMENTI 'CORE'
    Berlino ha collocato stamane 3,288 miliardi di bond
quinquennali (su un'offerta indicativa di 4 miliardi), con
rendimento in calo allo 0,33% - minimo da otto mesi - e
bid-to-cover invariato a 1,9, in un mercato primario che
mantiene un sostanziale appetito per la carta a basso rischio
.
    "I rendimenti continuano a scendere, gli investitori sono
ancora pronti a mettere soldi nei bond tedeschi e questo
dimostra probabilmente che un fondo di preoccupazione per Cipro
e per l'incerta situazione politica italiana rimane" afferma lo
strategist di Ria Capital markets Nick Stamenkovic.
    D'altra parte domani è in programma il meeting mensile della
Bce e sono in molti ad aspettarsi toni decisamente accomodanti
da parte della banca centrale, anche se l'ipotesi di un'azione
concreta - vedi un eventuale taglio dei tassi - rimane
decisamente minoritaria. 
          
=========================== 12,30 ===========================   
FUTURES BUND GIUGNO         145,21   (-0,03)           
FUTURES BTP GIUGNO          110,03   (+0,76)           
BTP 2 ANNI  (MAR 15)    101,112  (+0,199) 1,906%   
BTP 10 ANNI (NOV 22)   107,638  (+0,723) 4,558%
BTP 30 ANNI (SET 40)    98,367  (+0,541) 5,176% 
========================= SPREAD (PB)=========================  
                                             ULTIMA CHIUSURA    
TREASURY/BUND 10 ANNI   55            56 
BTP/BUND 2 ANNI          192           201        
BTP/BUND 10 ANNI       325           332  
livelli minimo/massimo              324,9-332,3  332,0-348,1   
BTP/BUND 30 ANNI       293           298        
 
SPREAD BTP 10/2 ANNI                   265,2         262,8   
SPREAD BTP 30/10 ANNI                   61,8         58,2       
============================================================== 
    
    
    Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in
italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia