Governo, anche Iva e Tares tra priorità saggi - Bubbico (Pd)

martedì 2 aprile 2013 15:24
 

ROMA, 2 aprile (Reuters) - I gruppi di lavoro nominati dal Capo dello Stato torneranno a riunirsi domani al Quirinale e, tra le priorità di politica economica, dovrebbero confrontarsi anche sulla Tares e sull'aumento dell'Iva previsto dal prossimo mese di luglio.

Lo ha detto il senatore del Pd Filippo Bubbico, membro della commissione responsabile per i temi economici e sociali assieme a Enrico Giovannini (Istat), Giovanni Pitruzzella (Antitrust), Salvatore Rossi (Bankitalia), Giancarlo Giorgetti (Lega) e al ministro per gli Affari europei, Enzo Moavero Milanesi.

"È ragionevole che venga fatta una ricognizione su eventuali interventi per ciò che riguarda Iva, Tares, esodati e ammortizzatori sociali", ha detto Bubbico parlando ai cronisti in Senato.

La Tares è la tariffa sui rifiuti e sui servizi urbani che da luglio sostituirà Tarsu e Tia producendo un aggravio d'imposta stimato dal Tesoro in 1 miliardo di euro l'anno.

L'aumento dell'aliquota ordinaria Iva dal 21 al 22% dovrebbe pesare sui contribuenti per 4,2 miliardi nel 2013.

"Lavoreremo velocemente, il documento che verrà consegnato al presidente della Repubblica Giorgio Napolitano conterrà le priorità", ha aggiunto Bubbico.

Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia