Cipro spera in allentamento controlli, min. Finanze si dimette

martedì 2 aprile 2013 15:00
 

NICOSIA, 2 aprile (Reuters) - Cipro ha concluso oggi i colloqui con i creditori internazionali sui termini dei 10 miliardi di euro di salvataggio e otterrà probabilmente la sua prima quota di contributi a maggio.

Al termine dei colloqui il ministro delle Finanze Michael Sarris, nel rassegnare le dimissioni, ha detto che Cipro spera di allentare i controlli sui capitali il più presto possibile, anche se non si può dire quando questo potrebbe accadere.

"Abbiamo concluso il memorandum. Si tratta di un passaggio significativo" ha detto il portavoce del governo Stylianides Christos.

In base ai termini dell'accordo, Cipro avrà tempo fino al 2018 per attuare misure per sistemare le sue finanze e Sarris ha detto che i finanziamenti all'isola dovrebbero iniziare a maggio.

Portato a termine l'accordo, Sarris ha rassegnato le sue dimissioni e ha precisato che non si può dire quando i controlli sui capitali potranno essere ridotti.

Cipro già oggi ha annunciato un parziale allentamento dei controlli valutari, che sono stati introdotti quando le banche hanno riaperto il 28 marzo, dopo due settimane di chiusura, mentre il governo negoziava il bailout.

In base all'accordo l'isola pagherà un tasso di interesse del 2,5% sui prestiti oggetto del salvataggio, con rimborso a partire da 10 anni, ha detto il portavoce del governo. I prestiti saranno rimborsati in 12 anni, ha detto Sarris.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia