PUNTO 2-Napolitano: saggi lavoreranno 8-10 giorni, "sospetti assurdi"

martedì 2 aprile 2013 15:11
 

* Prima riunione commissioni tenuta questa mattina al Quirinale

* Il capo dello Stato: lavori legati a sua presidenza ormai in scadenza

* La secca risposta alle polemiche sollevate dai principali partiti (Aggiunge resoconto incontro)

ROMA, 2 aprile (Reuters) - Il lavoro delle due commissioni istituite dal capo dello Stato non dovrebbe durare più di 8-10 giorni e, comunque, non superare temporalmente la presidenza di Giorgio Napolitano che è in scadenza nelle prossime settimane.

E' quanto ha precisato lo stesso capo dello Stato nel corso della prima riunione delle due commissioni che ha presieduto questa mattina. Un resoconto dei lavori è stato pubblicato sul sito internet del Quirinale.

Napolitano, nel corso delle riunioni, ha anche auspicato che i lavori delle due commissioni possano creare le condizioni favorevoli per sbloccare la situazione politica irrigidita.

Alle 11,00 Napolitano ha riunito il gruppo di lavoro sui temi economici e sociali: Enrico Giovannini (Istat), Giovanni Pitruzzella (Antitrust), Salvatore Rossi (Bankitalia), i presidenti delle commissioni parlamentari speciali Giancarlo Giorgetti (Lega) e Filippo Bubbico (Pd), il ministro per gli Affari europei Enzo Moavero Milanesi.

Alle 12,00 è toccato ai quattro responsabili dei temi istituzionali: l'ex presidente della Corte costituzionale Valerio Onida, Luciano Violante (Pd), Mario Mauro (Scelta civica) e Gaetano Quagliarello (Pdl).

Il presidente della Repubblica, in un colloquio pubblicato questa mattina dal Corriere della sera, aveva lamentato di sentirsi "lasciato solo dai partiti" e parla di questo come "il momento peggiore" del suo mandato. Si sfiora poi "il ridicolo", aggiunge, quando si lamenta l'assenza di donne tra i saggi.   Continua...