Italia, investimenti finanziari retail in ulteriore discesa in 2012

giovedì 28 marzo 2013 17:08
 

MILANO, 28 marzo (Reuters) - Il 2012 ha segnato una ulteriore discesa nel livello di investimenti finanziari dei risparmiatori italiani: la quota di ricchezza investita in strumenti finanziari detenuta presso intermediari italiani è scesa a fine settembre 2012 a 1.270 miliardi di euro dai 1.630 miliardi del corrispondente trimestre 2011, secondo l'ultimo bollettino statistico di Consob.

Di segno opposto l'andamento del numero di depositi amministrati della clientela retail, cresciuto dai 12,5 milioni di inizio serie ai circa 14 milioni del terzo trimestre 2012, sui livelli di inizio 2011.

Rispetto ai valori del secondo trimestre 2010, quando gli investimenti finanziari ammontavano a quasi 2.000 miliardi, l'unico prodotto che ha mostrato tenuta sono i fondi aperti (a 321,9 miliardi nel terzo trimestre 2012).

I piccoli risparmiatori continuano tuttavia a privilegiare l'investimento in obbligazioni di imprese finanziarie (478,7 miliardi a fine settembre) e titoli di stato italiani (265,4 miliardi), che insieme rappresentano oltre la metà della ricchezza totale investita in strumenti finanziari.

A proposito di piazza Affari, dal bollettino emerge che nel quarto trimestre dell'anno scorso le posizioni nette corte su azioni quotate italiane erano pari a 2,042 miliardi di euro, lo 0,6% della capitalizzazione totale, di cui un terzo circa riferibile a società finanziarie (734,3 milioni di euro).

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia