Bersani atteso al Colle, strada stretta tra chiusure Pdl e M5s

giovedì 28 marzo 2013 09:19
 

ROMA, 28 marzo (Reuters) - Pier Luigi Bersani non ha ancora deciso se salirà oggi al Quirinale per riferire al capo dello Stato l'esito della sua "missione" esplorativa sulla possibilità di costituire un nuovo governo, dopo aver ricevuto ieri il no del Movimento Cinque Stelle ed essere stato accusato dal segretario del Pdl Angelino Alfano di esersi infilato in un "vicolo cieco".

Il leader del Partito democratico ha detto di attendere una "risposta conclusiva" per oggi, giornata in cui vedrà il proprio partito e gli alleati del centrosinistra.

Tra tante chiusure, l'unica apertura che il segretario del Pd sembrerebbe avere incassato è il possibile via libera dalla Lega Nord, ribadito ieri dal leader Roberto Maroni.

Un via libera "a certe condizioni" ha comunque sottolineato il presidente della Lombardia e concordato con il Pdl, che prevederebbe nel caso non il voto favorevole, ma un'uscita dall'aula al Senato per consentire di abbassare il quorum e assicurare così al governo di centrosinistra, che non ha la maggioranza assoluta richiesta, la fiducia.

Ma conferendo a Bersani l'incarico esplorativo venerdì scorso, il presidente Giorgio Napolitano aveva chiesto una maggioranza "certa", bocciando apparentemente alchimie numeriche.

La "prima scelta" di Bersani è di salire oggi al Colle, ha detto un portavoce del segretario.

Dal Quirinale fanno sapere di essere ancora in attesa di una conferma dal capo del Pd.

(Massimiliano Di Giorgio)

Sul sito it.reuters.com le notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia