Btp virano in territorio negativo in attesa aste, spread a 326

martedì 26 marzo 2013 17:42
 

MILANO, 26 marzo (Reuters) - Dopo una mattinata in rialzo,
il secondario italiano archivia in calo una seduta d'aste, in
vista del più impegnativo collocamento di domani. Il comparto
'core' recupera invece terreno dopo il 'pricing' del nuovo
lunghissimo francese, portando il differenziale fra i decennali
di riferimento italiano e tedesco a chiudere a 326 punti base.
    "I Bund hanno recuperato dopo che il mercato ha riassorbito
il pricing del titolo francese. Nonostante il calo, si può dire
che l'Italia non erigistri variazioni significative e che la
pesantezza sia imputabile agli attesi collocamenti" dice un
trader.
     La Francia ha prezzato per 4,5 miliardi il nuovo Oat
trentennale emesso via sindacato, il primo in tre anni, su un
libro ordini di oltre 7 miliardi a 99,737 e con una cedola del
3,25%.   
    Domani, terzo e ultimo giorno di questa tornata d'aste di
fine mese, il Tesoro offrirà il nuovo 5 anni giugno 2018 (cedola
3,50%, come il benchmark precedente) offerto per 3-4 miliardi,
oltre al dieci anni maggio 2023, offerto per 2-3 miliardi.
    "A soffrire di più fra i becnhmark italiani è il decennale,
che perde maggiormente, in vista dell'offerta di domani. Sul
mercato grigio invece il nuovo 5 anni rende circa 15 punti base
sopra l'attuale becnkmark, come stamattina" dice il trader.
    Attorno alle 17,30 sul mercato grigio il titolo prezza
110,06 a fronte di 100,706 (-0,050) dell'attuale
benchmark novembre 2017 che rende 3,362%.    
    L'asta di oggi è andata bene, dopo i collocamenti non
brillanti di ieri. Il Tesoro ha assegnato 8,5 miliardi di Bot a
sei mesi. Il rendimento è risultato in calo ai minimi da fine
gennaio, nonostante le tensioni degli ultimi giorni legate alla
crisi di Cipro e alla situazione politica italiana. Il tasso si
è attestato allo 0,831% dall'1,237% di fine febbraio, la prima
asta dopo il voto politico italiano. In quell'occasione si era
assistito ad un marcato rialzo del rendimento, dal precedente
0,731%. 
    "Il rendimento allo 0,83% parla da solo, è stata un'asta in
cui il Tesoro ha collocato senza fatica tutto l'importo. Va
detto che si trattava di un'asta con un'offerta netta negativa e
questo sicuramente ha aiutato la discesa dei rendimento" ha
ricordato Chiara Manenti di Intesa Sanpaolo. 
    Gli 8,5 miliardi sono stati infatti collocati a fronte di
una scadenza più significativa: 10,35 miliardi. I titoli in asta
oggi hanno attratto una domanda pari a oltre 13,9 miliardi per
un rapporto domanda/offerta di 1,64. 
                  
=========================== 17,30 ===========================   
FUTURES BUND GIUGNO         144,78   (+0,06)           
FUTURES BTP GIUGNO          109,64   (-0,11)           
BTP 2 ANNI  (NOV 14)    106,631  (-0,033) 1,824%   
BTP 10 ANNI (NOV 22)   107,318  (-0,212) 4,600%
BTP 30 ANNI (SET 40)    97,918  (-0,171) 5,207% 
========================= SPREAD (PB)=========================  
                                             ULTIMA CHIUSURA    
TREASURY/BUND 10 ANNI   57            58 
BTP/BUND 2 ANNI          183           183        
BTP/BUND 10 ANNI       326           325  
livelli minimo/massimo              316,6-326,9  304,0-326,4   
BTP/BUND 30 ANNI       296           294        
 
SPREAD BTP 10/2 ANNI                   277,6         275,5   
SPREAD BTP 30/10 ANNI                   60,7         61,6       
============================================================== 
   
     
Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. 
Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia