Bce, Cipro è caso unico, non un modello per Ue - Coeure

martedì 26 marzo 2013 10:43
 

PARIGI, 26 marzo (Reuters) - La crisi bancaria a Cipro rappresenta un caso unico e il piano di salvataggio utilizzato non dovrebbe essere visto come un modello per gli altri paesi europei che si trovano nei guai.

Lo ha detto Benoit Coeuré, membro del consiglio esecutivo della Bce a Radio Europe 1, aggiungendo che il piano di salvataggio concordato per Cipro ha evidenziato la necessità di migliorare la regolamentazione bancaria per avere una Banca centrale europea che agisce come un supervisore indipendente all'interno del programma di un'unione tra banche europee.

Coeure ha poi aggiunto di non essere d'accordo con l'affermazione del capo dell'Eurogruppo Jeroen Dijsselbloem, secondo cui il piano di salvataggio di Cipro serve da modello per altre crisi.

"La prima lezione è che abbiamo bisogno di un migliore controllo delle banche" ha detto Coeure. "Abbiamo bisogno di un regolatore europeo indipendente, come avverrà dalla metà del 2014 con la Bce, e abbiamo bisogno di individuare i problemi in anticipo nella zona euro."

"Non vedo perché dovremmo usare gli stessi metodi altrove", ha detto poi facendo riferimento a Cipro.

"Credo che il signor Dijsselbloem abbia sbagliato a dire quello che ha detto. L'esperienza di Cipro non è un modello per il resto d'Europa, perché la situazione aveva raggiunto un livello che non si può paragonare con nessun altro paese."

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia