Spagna,a rischio nove canali Tv,coinvolte Mediaset Espana e Veo Tv

lunedì 25 marzo 2013 16:08
 

MADRID, 25 marzo (Reuters) - I broadcaster spagnoli sono preoccupati perchè il bisogno di spazio, nelle frequenze, della telefonia mobile potrebbe portare a una chiusura di nove canali Tv, aggravando i problemi causati dalla prolungata contrazione della pubblicità.

Il governo ha detto venerdì che darà corso alla decisione della Corte Suprema, che ha bocciato la decisione del governo precedente di assegnare a vari gruppi media, senza un'offerta pubblica, alcune licenze per canali Tv gratuiti.

Oggi l'esecutivo ha ribadito che la materia rientra nel processo di riassetto delle frequenze televisive pensato per fare spazio alle reti telefoniche di quarta generazione e che i canali continueranno a trasmettere nel perdiodo di transizione.

Le società dovranno ora aspettare di capire cosa questo significherà in pratica, se i canali saranno chiusi o messi in vendita, aprendo al strada a potenziali concorrenti. Intanto, attraverso la Associated Commercial Television Union, hanno contestato la decisione sottolineando che il settore si trova di fronte a una "incertezza normativa senza precedenti".

Mediaset Espana, controllata di Mediaset che in Spagna è il maggiore operatore Tv commerciale, potrebbe perdere due canali, mentre Atresmedia ne potrebbe perdere tre, secondo una fonte a conoscenza della situazione.

Anche Net Tv di Vocento potrebbe perdere due canali, così come Veo TV di Unidad Editorial, controllata di Rcs .

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia