Zona euro, economia potrebbe contrarsi di circa 0,2-0,3% in 2013 - Nowotny

venerdì 15 febbraio 2013 08:42
 

VIENNA, 15 febbraio (Reuters) - L'economia della zona euro potrebbe contrarsi quest'anno di circa lo 0,2-0,3%, mostrando un maggior divario tra le economie del Nord e del Sud.

Lo ha detto Ewald Nowotny, membro del board della Banca centrale europea a un giornale austriaco.

"In Europa dobbiamo assumere un andamento negativo nel 2013 che può essere di circa -0,2 o -0,3%" ha detto al Vorarlberger Nachrichten, citando una "forte divergenza economica tra i paesi del Sud e gli altri, che potrebbe anche peggiorare".

Lo staff della BCE ha previsto in dicembre per la zona euro quest'anno un pil tra il -0,9% e il +0,3%.

Nowotny, che è anche a capo della Banca centrale austriaca, ha detto che potrebbe rivedere al rialzo la sua stima di crescita per l'economia nazionale allo 0,7-0,9% rispetto la stima precedente dello 0,6%.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia