Moody's, bond ibridi non sono soluzione per Telecom Italia, altri

martedì 12 febbraio 2013 10:28
 

MILANO, 12 febbraio (Reuters) - L'emissione di bond ibridi da parte di Telecom Italia e Telekom Austria potrebbe avere qualche implicazione positiva sul credito, ma non è la soluzione alle sfide di questi e altri gruppi telefonici europei.

Lo dice una nota Moody's, aggiungendo che "l'emissione di ibridi evidenzia anche che alcune società hanno cominciato a esaurire le possibilità interne per proteggere il loro profilo finanziario e hanno bisogno di ricorrere a opzioni esterne".

"Altri gruppi telefonici potrebbero seguire Telecom Italia e Telekom Austria e, in alcuni casi, i bond ibridi possono aiutare a rafforzare i bilanci, ma non saranno sufficienti a proteggere i rating in caso di un andamento debole e prolungato", dice Carlos Winzer, Senior Vice President di Moody's Corporate Finance Group e autore dello studio.

Ieri sera Moody's ha annunciato il taglio del rating Telecom Italia a Baa3 da Baa2 con outlook negativo.

Venerdì il gruppo, con i dati 2012, ha annunciato di voler dimezzare la cedola e un piano per il lancio di bond ibridi fino a 3 miliardi.

Ieri il titolo ha perso il 3,5%, in un mercato scettico sull'efficacia della strategia sul debito mentre oggi si muove in linea con il mercato.

(Redazione Milano,reutersitaly@thomsonreuters.com,+39 02 66129431, Reuters messaging: stefano.rebaudo.reuters.com@reuters.net)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia