Voto, Berlusconi non crede a necessità di manovra aggiuntiva

lunedì 11 febbraio 2013 09:38
 

ROMA, 11 febbraio (Reuters) - Il capo del centrodestra Silvio Berlusconi ritiene che la situazione dei conti pubblici italiani non richieda una manovra aggiuntiva nei prossimi mesi.

"Secondo noi non c'è assolutamente bisogno", ha detto Berlusconi in un'intervista durante la trasmissione UnoMattina, su RaiUno, rispondendo a una domanda sulla necessità di una nuova "manovrina" correttiva.

"Crediamo che ci sia la possibilità di incrementare la lotta all'evasione senza portare le imprese a chiudere per mancare di liquidità", ha aggiunto l'ex premier.

La settimana scorsa il responsabile economico del Pd Stefano Fassina ha detto che il governo uscente di Mario Monti lascerà 6-7 miliardi di euro da coprire, e per questo l'Italia non raggiungerà il pareggio di bilancio.

Ma secondo Fassina il prossimo governo non dovrebbe comunque varare una manovra aggiuntiva, ma porre il problema all'Unione europea, per evitare "la spirale recessiva".

Sul sito it.reuters.com le notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia