Parma, inchiesta Vignali, torna in libertà anche Costa

giovedì 7 febbraio 2013 18:57
 

PARMA, 7 febbraio (Reuters) - Il Tribunale del Riesame di Bologna ha rimesso in libertà anche Andrea Costa, l'imprenditore ai domiciliari, fra gli arrestati nell'ambito dell'inchiesta "Public Money" condotta dalla procura di Parma con le ipotesi di reato a vario titolo di corruzione e peculato.

I giudici, hanno riferito fonti legali, hanno accolto il ricorso presentato martedì dalla difesa. Il 4 febbraio era stato liberato anche l'imprenditore Angelo Buzzi. Non è al momento nota la decisione del Riesame su Luigi Giuseppe Villani, ex vicepresidente della multiutility Iren, l'ultimo ad essere agli arresti domiciliari, che aveva presentato analgo istanza.

L'indagine della procura di Parma, in cui figurano 17 indagati, lo scorso 16 gennaio aveva portato anche all'arresto tra gli altri dell'ex sindaco della città Pietro Vignali (tornato in libertà).

Gli inquirenti ipotizzano da parte dei soggetti coinvolti la distrazione di somme di denaro pubblico a loro beneficio o a beneficio di imprenditori e professionisti compiacenti, stimando un danno erariale di milioni di euro.

-- Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia