Cdp, cda calcola conguaglio per conversione privilegiate Fondazioni

martedì 29 gennaio 2013 18:54
 

ROMA, 29 gennaio (Reuters) - Il consiglio di amministrazione della Cassa depositi e prestiti ha determinato il rapporto di conversione delle azioni privilegiate detenute dalle Fondazioni in azioni ordinarie, definendo in 32,74 euro il conguaglio per ogni privilegiata.

E' quanto si legge in una nota di Cdp.

La decisione fa seguito all'accordo raggiunto nel dicembre scorso e in vista della conversione automatica a decorrere dal 1° aprile 2013, prevista dalla legge e dallo statuto.

"Il rapporto di conversione è stato determinato nella misura di 49 azioni ordinarie ogni 100 azioni privilegiate, corrispondente a un rapporto unitario di conversione di 0,49 azioni ordinarie per ciascuna azione privilegiata; è stato calcolato, secondo le modalità previste dalla legge e dallo Statuto Cdp", dice la nota.

Il valore di Cdp alla data di trasformazione in società per azioni è stato stimato in 6,05 miliardi di euro, mentre il valore di Cdp al 31 dicembre 2012 è stato stimato in 19,03 miliardi.

Nel periodo compreso tra il 15 febbraio e il 15 marzo 2013 gli azionisti privilegiati potranno esercitare la facoltà di beneficiare di un rapporto di conversione alla pari, al fine di conservare la propria quota partecipativa, versando a Cdp, a titolo di conguaglio, circa 32,74 euro per ogni azione privilegiata da convertire in ordinaria.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

 

AGGIORNAMENTO

  • Italy
  • US
  • UK
  • Europe
Cdp, cda calcola conguaglio per conversione privilegiate Fondazioni | Mercati | Bond | Reuters.com
    chart
  • FTSEMIB
    18,914.30
    +1.71%
  • FTSE Italia All-Share Index
    20,717.74
    +1.63%
  • Euronext 100
    940.78
    +0.05%