Bond Beni Stabili, esercitata opzione over-allotment, size sale a 175 mln

venerdì 11 gennaio 2013 09:14
 

MILANO, 11 gennaio (Reuters) - Le banche a guida dell'emissione del bond equity linked di Beni Stabili lanciato mercoledì scorso hanno deciso di esercitare la loro opzione di over-allotment.

Lo dice una nota della società precisando che in conseguenza di ciò, l'ammontare dell'operazione cresce di 25 milioni a 175 milioni.

Le banche a guida dell'operazione sono Banca IMI, BNP Paribas, J.P. Morgan e Mediobanca - Banca di Credito Finanziario.

L'operazione sarà regolata mediante emissione dei titoli e pagamento del prezzo di sottoscrizione in data 17 gennaio 2013.

Il prestito, riservato a investitori qualificati, avrà durata di 5 anni e pagherà una cedola fissa del 3,375% per annum.

Le obbligazioni saranno convertibili in azioni ordinarie subordinatamente all'approvazione, da parte dell'assemblea straordinaria che si terrà entro il 30 giugno prossimo, di un aumento di capitale riservato alla conversione. Beni Stabili avrà infatti la facoltà di consegnare azioni o corrispondere un importo in denaro oppure di consegnare una combinazione di azioni e denaro.

Il prezzo iniziale di conversione sarà pari a 0,5991, corrispondente a un premio del 32% rispetto al prezzo medio ponderato delle azioni tra il lancio e il pricing dell'operazione (questa mattina era indicata una forchetta tra 27% e 32%). Il prezzo sarà aggiustato in riduzione per tenere conto di distribuzioni di dividendi per importi eccedenti 0,022 euro per azione

I clienti Reuters posso leggere l'intero comunicato della società cliccando su

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia