Btp positivi, spread sotto 270 pb, tasso Bot 12m a min da 3 anni

giovedì 10 gennaio 2013 12:44
 

MILANO, 10 gennaio (Reuters) - Tono decisamente positivo per
il mercato obbligazionario italiano, nella giornata in cui il
Tesoro ha collocato 8,5 miliardi di Bot annuali, registrando un
ritorno dei rendimenti sotto l'1%, ai minimi da 3 anni.
    "Buona domanda, tante richieste, tassi in calo. L'asta è
andata molto bene", dice un dealer di una banca italiana
specialista.
    Il rendimento del Bot 12 mesi, che ieri sera viaggiava
intorno all'1%, è crollato in asta allo 0,864% dall'1,456% del
collocamento di dicembre, toccando il livello più basso dal
gennaio 2010. Il titolo ha collezionato richieste per oltre 15
miliardi.
    "Gli investitori sono a caccia di rendimenti, e con la carta
'core' che offre poco più che lo zero per cento, sono attratti
dai tassi offerti dai paesi periferici", dice Giuseppe
Maraffino, strategist di Barclays Capital.
    I mercati, almeno per il momento, sembrano essersi lasciati
alle spalle i timori di una rottura dell'euro che hanno
caratterizzato l'inizio dello scorso anno, grazie all'esplicito
impegno della Banca centrale europea a sostenere, pur a precise
condizioni, i titoli dei Paesi in difficoltà.
    Sul secondario italiano, il tasso del decennale di
riferimento è sceso fino al 4,164%, minimo da metà novembre
2010, e lo spread con l'analoga scadenza del Bund si è stretto
fino a 266,5 punti base, minimo dal 16 agosto 2011 
.
    "Continuiamo a vedere, dall'inizio dell'anno, un ritorno di
interesse da parte degli investitori, italiani e stranieri. E
questo semplifica molto le cose in una settimana densa di aste",
spiega un secondo dealer da Milano.
     Anche la Spagna,che ha davanti a sé un anno particolarmente
impegnativo sul fronte delle emissioni e per cui molti
continuano a ritenere inevitabile una richiesta di aiuto
internazionale, stamane ha raccolto più di quanto inizialmente
indicato come target nelle aste a medio-lungo. 
    Tanto che, sul secondario, il rendimento del decennale
spagnolo è sceso sotto il 5% per la prima volta da marzo 2012
 >
    Un quadro decisamente favorevole in vista del nuovo
appuntamento sul primario di domani, quando toccherà all'Italia
essere protagonista sul comparto medio-lungo. Sul piatto ci
saranno fino a 3,5 miliardi del Btp triennale dicembre 2015 e
fino a 1,5 miliardi di due CCteu scadenza 2017.
    Intanto, però, nel pomeriggio di oggi, le attenzioni si
concentreranno sulla Banca centrale europea. Gli operatori non
si aspettano nessuna novità sul fronte dei tassi d'interesse ma,
come di consueto, presteranno particolare attenzione alla
conferenza stampa di Mario Draghi, spesso in grado di
condizionare l'umore dei mercati.
=========================== 12,15 ============================  
FUTURES BUND MARZO          143,36   (-0,21)           
FUTURES BTP MARZO           113,66   (+0,93)           
BTP 2 ANNI  (NOV 14)    109,281  (+0,283) 1,404%   
BTP 10 ANNI (NOV 22)   110,946  (+0,875) 4,171%
BTP 30 ANNI (SET 40)   102,184  (+0,701) 4,914%   
========================= SPREAD (PB)=========================  
                                             ULTIMA CHIUSURA    
TREASURY/BUND 10 ANNI   38            39 
BTP/BUND 2 ANNI          135           152        
BTP/BUND 10 ANNI       267           280    
livelli minimo/massimo              266,5-282,2  275,7-285,1   
BTP/BUND 30 ANNI       254           263        
 
SPREAD BTP 10/2 ANNI                   276,7         271,7   
SPREAD BTP 30/10 ANNI                   74,3          66,0      
============================================================== 
    
 
Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le
top news anche su www.twitter.com/reuters_italia