January 9, 2013 / 12:17 PM / 5 years ago

Btp in lieve calo,pesa nuova ondata offerta,atteso 15 anni sindacato

5 IN. DI LETTURA

MILANO, 8 gennaio (Reuters) - Il mercato obbligazionario
italiano è in generale leggero calo oggi, con l'eccezione della
parte a breve stabile, con gli investitori che - dopo il potente
rally dei giorni scorsi - tornano a considerare i fattori di
rischio, in particolare politici e di funding, e cercano rifugio
nei paesi core.
    Soprattutto - dicono i dealer - a pesare è la Spagna che
ieri ha reso note le sue necessità di funding per il 2013 - di
121 miliardi, in rialzo del 7,6% rispetto all'anno scorso,
mentre si sta per riaprire anche per l'Italia un'altra tornata
d'asta. 
    In particolare, il fatto che ieri il Tesoro, nel consueto
annuncio delle aste di metà mese, non abbia compreso la
riapertura di un titolo a 15 anni, fa pensare che sia arrivato
il momento per la Repubblica Italiana di emetterne uno nuovo via
sindacato.
    "Il fatto che stia arrivando una nuova ondata di offerta
porta pesantezza sul mercato", dice uno strategist, "così come i
dubbi circa il fatto che il futuro governo italiano sia
all'altezza per condurre la situazione economica italiana".
    Su piattaforma Tradeweb il differenziale di rendimento tra
decennali italiani e tedeschi tratta a metà
seduta in area 284 punti base, dopo un'apertura a 278 punti base
dai 280 della chiusura di ieri.  
   Il rendimento del Btp a dieci anni italiano si
quota 4,313% da 4,29% dell'ultima chiusura. 
    Lo scorso 4 gennaio lo spread è arrivato a toccare 271 punti
base, nuovo minimo dal 18 agosto 2011, mentre sui minimi da fine
novembre 2010 è sceso il rendimento del decennale.
    
    BUONE PROBABILITA' DI NUOVO BTP 15 ANNI SINDACATO
    Ieri sera il Tesoro ha annunciato le aste di metà mese,
nelle quali offrirà le riaperture del Btp a 3 anni (dicembre
2015) e di due CCteu quinquennali (il giugno e l'ottobre 2017)
, mentre non ha annunciato - come sarebbe stato
da calendario - una riapertura di un lungo. 
    "Potrebbe essere che la Repubblica scenda in campo ora con
un bond sindacato a 15 anni: meglio ora che c'è una buona
liquidità, che più avanti", dice Alessandro Giansanti,
strategist di Ing. 
    Anche altri strategist sono della stessa idea. "E' molto
molto probabile che l'Italia emetta un nuovo sindacato ora: il
fatto che non ne abbia riaperto uno ieri può essere quanto meno
il segnale che il Tesoro voglia tenersi le mani libere e
attendere il momento più adatto per emettere", dice un altro. 
    "Meglio ora che tra un mese", dice un terzo strategist
facendo riferimento al fatto che in quel periodo saremo "un po'
troppo vicini alle elezioni: se non si fa ora, meglio rimandare
a marzo". 
    Proprio l'incognita elezioni sono l'elemento che potrebbe
indurre il Tesoro ad essere cauto. "Il fatto che Berlusconi stia
riguadagnado terreno nei poll riaccende l'attenzione sul rischio
politico in Italia e quindi crea nuove tensioni sul mercato"
dice Giansanti.
    Un nuovo Btp a 15 anni - che rimpiazzerebbe l'attuale
benchmark marzo 2026 - potrebbe portare scadenza aprile 2028,
"portando una cadenza della cedola diversa visto che porterà le
nuove Cac, così da poterlo distinguere dai titoli che invece non
hanno le Cac", dice un altro strategist.
    Oggi il Regno del Belgio ha annunciato l'emissione - sempre
via sindacato - di un nuovo decennale, mentre ieri è stata la
volta dell'Irlanda con la riapertura di un bond 2017 collocato
per 2,5 miliardi.
    La Germania oggi ha collocato il suo nuovo Bobl a 5 anni a
un rendimento dello 0,53% e un bid-to-cover di 1,8
  
    Domani invece ci sarà l'asta sui Bot in Italia, con
l'offerta di 8,5 miliardi di euro di annuali, su un importo
complessivo in scadenza di 11,5 miliardi. 
    Sul greymarket di Mts questo titolo quota
stamane un prezzo di 98,9566 e un rendimento dell'1,04%. Se
questi livelli venissero confermati, si tratterebbe di un calo
del rendimento ai minimi da agosto 2010. L'asta del mese scorso
era stata collocata a un rendimento di 1,456%.
           
=========================== 13,00 ============================  
FUTURES BUND MARZO          143,62   (+0,19)           
FUTURES BTP MARZO           112,39   (-0,20)           
BTP 2 ANNI  (NOV 14)    107,839  (+0,068) 1,644%   
BTP 10 ANNI (NOV 22)   109,778  (-0,187) 4,312%
BTP 30 ANNI (SET 40)   101,359  (-0,250) 4,969%   
========================= SPREAD (PB)=========================  
                                             ULTIMA CHIUSURA    
TREASURY/BUND 10 ANNI   39            38 
BTP/BUND 2 ANNI          159           165        
BTP/BUND 10 ANNI       283           280    
livelli minimo/massimo              275,7-285,1  277,3-285,9   
BTP/BUND 30 ANNI       263           262        
 
SPREAD BTP 10/2 ANNI                   266,8         259,3   
SPREAD BTP 30/10 ANNI                   65,7          66,0      
============================================================== 
    
    Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. 
Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below