8 gennaio 2013 / 07:58 / 5 anni fa

PUNTO 3 - Beni Stabili, collocato bond convertibile da 150 mln

(Riscrive con nuova nota e fonte)

MILANO, 8 gennaio (Reuters) - Beni Stabili ha chiuso il collocamento di un prestito obbligazionario 'equity linked' a scadenza cinque anni per un importo nominale da 150 milioni di euro che potrà salire fino a 175 milioni "in caso di esercizio integrale, prima del 15 gennaio 2013, della over-allotment option concessa ai joint bookrunners" (Banca IMI, BNP Paribas, J.P.Morgan e Mediobanca).

Lo dice una nota della società immobiliare che rende noto il pricing del bond convertibile dopo averne annunciato il lancio questa mattina.

"L'operazione è andata molto bene, in 18 ore è stato fatto tutto e le condizioni finali sono al top della forchetta", commenta una fonte finanziaria che parla di una domanda "intorno a 10 volte l'offerta giunta da più di 200 investitori da tutta Europa".

Il prestito, riservato a investitori qualificati, avrà durata di 5 anni e pagherà una cedola fissa del 3,375% per annum, pari alla parte più bassa del range tra 3,375% e 3,875% indicato questa mattina.

Le obbligazioni saranno convertibili in azioni ordinarie Beni Stabili subordinatamente all'approvazione, da parte dell'assemblea straordinaria che si terrà entro il 30 giugno prossimo, di un aumento di capitale riservato alla conversione. Beni Stabili avrà infatti la facoltà di consegnare azioni o corrispondere un importo in denaro oppure di consegnare una combinazione di azioni e denaro.

Il prezzo iniziale di conversione sarà pari a 0,5991, corrispondente a un premio del 32% rispetto al prezzo medio ponderato delle azioni tra il lancio e il pricing dell'operazione (questa mattina era indicata una forchetta tra 27% e 32%). Il prezzo, si legge, sarà aggiustato in riduzione per tenere conto di distribuzioni di dividendi per importi eccedenti 0,022 euro per azione.

L'azionista di controllo francese Foncière des Régions ha intanto confermato che intende sostenere l'emissione e che "voterà a favore dell'aumento di capitale con esclusione del diritto di opzione relativa all'offerta delle obbligazioni in occasione della prossima assemblea della società".

Il titolo, che aveva reagito negativamente all'annuncio del bond rimanendo in rosso per tutta la prima parte della seduta, è progressivamente migliorato fino a registrare un modesto rialzo.

Un analista italiano valutava questa mattina "un impatto diluitivo ai prezzi correnti del 2% circa sul NAV". Un altro broker commentava in una nota che il collocamento era finalizzato probabilmente al finanziamento anticipato del convertibile in scadenza ad aprile 2015 e sottolinea che il costo atteso è inferiore a quello medio attuale.

Beni Stabili spiega che il prestito permetterà alla società "di conseguire una maggiore diversificazione delle fonti di finanziamento" e che le risorse saranno utilizzate principalmente per ottimizzare la struttura finanziaria e il costo del capitale.

Per i testi integrali del comunicato diffuso dalla società i clienti Reuters possono cliccare su

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below