Intesa SanPaolo, prezzato ieri bond in dollari per totali 3,5 mld

martedì 8 gennaio 2013 08:32
 

LONDRA, 8 gennaio (Reuters) - Sono state prezzate nella notte le due tranche del bond senior di Intesa SanPaolo - emesse attraverso la controllata di New York - per un totale di 3,5 miliardi di dollari.

Lo dice Ifr, un servizio online di ThomsonReuters precisando che il bond - il primo in valuta statunitense emesso da un nome italiano da circa un anno - ha attratto ordini per circa 11,5 miliardi di dollari.

La tranche a 3 anni (15 gennaio 2016) - con 275 investitori - è stata collocata per 2 miliardi di dollari con una cedola del 3,125% e un prezzo di 99,966, mentre il rendimento è risultato di 275 punti base sopra a quello del Treasuries di riferimento di pari scadenza, nella parte bassa del range ipotizzato inizialmente di 275/280 pb.

La tranche a 5 anni (16 gennaio 2018) - che ha visto 300 investitori - è stata collocata per 1,5 miliardi di dollari con una cedola del 3,875% e un prezzo di 99,851, mentre il rendimento è risultato di 310 punti base sopra a quello del Treasuries di riferimento di pari scadenza, anche in questo caso nella parte bassa del range ipotizzato inizialmente di 310/315 pb. Le banche a guida dell'operazione sono Banca IMI, Goldman Sachs, Jp Morgan e Morgan Stanley.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia