PUNTO 3-Unicredit, forte domanda per nuovo covered bond a 7 anni

lunedì 7 gennaio 2013 18:07
 

(Aggiunge dettagli da nota Unicredit)

MILANO, 7 gennaio (Reuters) - Grande appetito degli investitori per il covered bond a sette anni lanciato stamane da Unicredit, che su un importo dell'emissione di un miliardo di euro registra richieste per oltre 6 miliardi.

Alla piena ripresa dell'attività del mercato nel 2013, Unicredit sfrutta bene l'appetito degli investitori per i buoni rendimenti, in un clima di rinnovata fiducia dettato dall'ulteriore discesa dello spread Btp/Bund a cavallo delle ultime festività.

"È partito un trend generale positivo sul mercato, l'impressione è che continuerà, quindi si compra su tutto lo spettro", spiega un banchiere coinvolto nell'operazione.

La domanda è giunta da oltre 300 soggetti, informa Unicredit in una nota giunta in serata: per il 37% da Germania e Austria, per il 18% dall'Italia, per il 15% dalla Francia, per l'11% da Gran Bretagna e Irlanda e per il 6% dal Benelux. Per quel che riguarda la tipologia degli investitori - prosegue la nota - il 54% delle richieste è arrivato da fondi comuni, il 30% da banche e il 12% da assicurazioni.

Il rendimento finale dell'obbligazione garantita - scadenza 31 gennaio 2020, cedola 2,75% - è stato fissato a 150 punti base sopra il tasso midswap. Il titolo è stato prezzato a reoffer 99,769: ne deriva, secondo quanto riportato dal servizio Ifr di Thomson Reuters, un rendimento effettivo del 2,782%, .

Il Btp di durata analoga, scadenza 1 febbraio 2020, tratta a oggi a fine seduta, su piattaforma Tradeweb, ad un rendimento in area 3,73%, circa 95 punti base sopra il rendimento del covered Unicredit.

La guidance iniziale di rendimento era stata indicata in 160-165 punti base sopra midswap, poi rivista in area 160 punti base e successivamente in area 155 punti base prima della definizione finale.

  Continua...