Voto, tagliare ali estreme, Bersani silenzi Fassina - Monti

giovedì 3 gennaio 2013 09:47
 

ROMA, 3 gennaio (Reuters) - Tagliare le ali estreme delle coalizioni è "una buona cosa" secondo il presidente del Consiglio uscente e leader del nuovo movimento di centro Mario Monti.

"Credo che tagliare le ali estreme sia una buona cosa", ha detto Monti aggiungendo che le componenti più radicali di Pd e Pdl hanno ostacolato i provvedimenti presi dal suo esecutivo in questi 13 mesi.

"Credo sarebbe molto importante poter acquisire allo sforzo di riforma, oltre al centro dove non tutto sa di oro, anche quei riformisti di sinistra e quei riformisti di destra che sono disponibili", ha proseguito il presidente del Consiglio partecipando a Uno mattina.

Con la campagna elettorale che prende il via, Monti abbandona i toni istituzionali e si mostra particolarmente critico verso il Pdl -- ha posizioni, citando le posizioni dell'ex ministro berlusconiano Renato Brunetta, "piuttosto estreme e se posso permettermi settarie" -- e quella parte del Pd che fa capo al responsabile economico Stefano Fassina, accusato di essere troppo conservatore.

"Credo che per il segretario [Pier Luigi] Bersani, di cui ho ottima considerazione, questo sia un vero problema. Bersani dovrebbe con un atto coraggioso silenziare un po' questa parte conservatrice", ha detto Monti.

Monti rivendica la riduzione dello spread tra titoli di Stato italiani e tedeschi a meno di 287 punti base, un risultato che si augura non sia "effimero" e che gioverà a chi si troverà a governare l'Italia dopo le elezioni di fine febbraio.

(Stefano Bernabei e Giuseppe Fonte)

Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia