PUNTO 1 - Voto, Monti sollecita maggioranza politica per riforme

mercoledì 2 gennaio 2013 11:32
 

* Casini: Bersani no premier senza maggioranza in Senato

* Monti: ridurre tasse su famiglie numerose

* Su temi etici libertà coscienza (Aggiunge dettagli, contesto)

ROMA, 2 gennaio (Reuters) - Superata la crisi finanziaria, dalle elezioni politiche di fine febbraio dovrà uscire una maggioranza parlamentare capace di adottare le misure necessarie per rilanciare la stagnante crescita dell'economia italiana.

Intervistato da Radio Anch'io, Mario Monti dice che "d'ora in poi bisognerebbe coalizzare coloro che sono disponibili per le riforme e non per la conservazione". Il presidente del Consiglio uscente sembra alludere a un'alleanza con il Pd qualora il nuovo movimento politico da lui guidato non riuscisse a raccogliere il consenso della maggioranza degli italiani.

Uno scenario che, secondo il leader dell'Udc Pier Ferdinando Casini, potrebbe realizzarsi nel caso la coalizione di centro-sinistra formata da Pd e Sel non dovesse avere una maggioranza in entrambi i rami del Parlamento.

"Dissi a settembre che per noi dopo Monti c'è solo Monti. Dopo quattro mesi le mie convinzioni si sono rafforzate, , non indebolite. Per cambiare il Paese serve ancora il professore al timone", ha detto in un'intervista al quotidiano cattolico Avvenire Casini, che attraverso l'Udc è parte integrante del movimento politico di Monti assime alla fondazione Italia futura di Luca Cordero di Montezemolo.

MONTI A BERSANI: PARTITI SI SCHIERINO SU IDEE   Continua...