28 dicembre 2012 / 14:27 / 5 anni fa

Mercati, in 2012 Ftse Mib +8,25%, crescono scambi fixed income - Borsa

MILANO, 28 dicembre (Reuters) - Piazza Affari si avvia a chiudere il 2012 con un bilancio in positivo, in cui alla ripresa degli indici principali rispetto al pessimo 2011 si affianca una marcata accelerazione dei volumi sul reddito fisso.

Lo dicono i dati di Borsa Italiana aggiornati a venerdì scorso 21 dicembre e raccolti nella sintesi annuale dal titolo 'review dei mercati'.

Rispetto alla fine del 2011 i numeri fotografano una performance positiva di 8,25% per il paniere delle bluechip e 8,74% per l'Allshare, mentre l'indice Ftse Mib storico segna un progresso di 9,79% e l'Ftse Italia Star fa +15,80%.

La capitalizzazione complessiva passa a 364,1 miliardi di euro - in termini percentuali 22,5 punti di Pil - rispetto a 333,3 miliardi del 2011 (20,7%).

Sul fronte del reddito fisso nuovi massimi storici intanto per gli scambi su Mot ed extra-Mot, che raggiungono i 6,4 milioni di contratti (+36,6% sull'anno scorso) per un controvalore di 324,8 miliardi (+57,1%).

Tornando a Piazza Affari, sempre al 21 dicembre il totale della raccolta è pari a 10,3 miliardi: 10,1 miliardi da sedici operazioni di aumento di capitale e 184 milioni da sei Ipo.

Il controvalore delle opa è invece pari a 1,2 miliardi.

Gli scambi calano a una media giornaliera di 2 miliardi di euro e 228.456 contratti, per un totale di 57,3 milioni di contratti. Nel 2011, la media giornaliera era stata di 2,8 miliardi di euro e 270.156 contratti, per un totale di 68,1 milioni.

Titolo azionario più scambiato nel 2012 - come peraltro nel 2011 - UniCredit, sia per controvalore che in termini di contratti.

Negli undici mesi a novembre, il mercato borsistico italiano è rimasto primo in Europa per contratti scambiati sui sistemi telematici su Etfplus e Mot, con una "turnover velocity" pari a 145,6% a fine novembre.

Da ricordare nelle cronache del 2012, dice il comunicato, anche il debutto del Btp Italia, primo titolo indicizzato all'inflazione nazionale che ha raccolto in tre tranche oltre 27 miliardi. Risalente a ottobre, in particolare, la terza emissione è stata "il più grande collocamento obbligazionario in Europa con oltre 18 miliardi raccolti nei quattro giorni di sottoscrizione sul Mot".

"Nonostante il difficile contesto globale Borsa Italiana ha continuato a sviluppare i propri prodotti ampliando l'offerta e focalizzandosi sull'innovazione tecnologica" si legge nella nota di fine anno.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below