Legge stabilità, accordo in Senato: a comuni e province 1,4 mld

martedì 18 dicembre 2012 12:14
 

ROMA, 18 dicembre (Reuters) - Gli enti locali avranno a disposizione 1,4 miliardi in più nel 2013, 1,2 miliardi i comuni e 200 milioni le province.

Lo riferisce il relatore del Pd, Giovanni Legnini, a margine dei lavori in Senato sulla Legge di stabilità.

L'intesa tra partiti e governo prevede che i tagli ai Comuni delle ultime manovre si riducano di 250 milioni. La revisione del Patto di stabilità garantirà altri 800 milioni, di cui 20 ai Comuni che hanno adottato il bilancio consolidato e 180 milioni alle amministrazioni sotto i 5.000 abitanti. A queste risorse si aggiungeranno 150 milioni per aumentare la dote del Fondo di solidarietà, che serve a garantire i servizi essenziali nei comuni di minori dimensioni.

In più, i minori vincoli di bilancio assicurano alle Province 200 milioni.

Sono sempre confermati, invece, gli 1,5 miliardi di minori trasferimenti alle Regioni.

Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia