Voto, prove di alleanze last minute per i partitini fuori dal Pd

lunedì 17 dicembre 2012 15:04
 

* Comunisti e verdi stretti tra Sel e Beppe Grillo

* Anche Di Pietro tentato dalla lista arancione

* Ex dipietristi e moderati in coalizione col Pd

di Massimiliano Di Giorgio

ROMA, 17 dicembre (Reuters) - In vista delle elezioni anticipate, partiti di sinistra e ambientalisti rimasti fuori dal Parlamento nell'ultima legislatura hanno ingaggiato una corsa contro il tempo per provare a conquistare seggi con una lista "No Monti", schiacciati da una parte da Sel e dall'altra dal Movimento 5 Stelle.

Intanto gli ex dell'Idv puntano ad affiancare il Pd insieme con Francesco Rutelli e Bruno Tabacci, già candidato alle primarie del centrosinistra, e con i "moderati" di un ex di Forza Italia, Giacomo Portas.

Se al voto, previsto per febbraio, i sondaggi indicano nettamente in testa il centrosinistra, il Pd non vuole più sapere dei verdi, né dei radicali, né dell'Idv di Antonio Di Pietro, giudicati incompatibili con gli obiettivi di governo.

Resta confermata invece l'intesa con Nichi Vendola. Il leader di Sel - valutato tra il 5 e il 6% nei sondaggi - è critico verso il governo di Mario Monti e contrario ad accordi con i centristi, ma ha firmato un patto per decidere a maggioranza in Parlamento sulle questioni dirimenti.

  Continua...