Banche e imprese chiedono a futuro governo rispetto impegni Ue

mercoledì 12 dicembre 2012 17:01
 

ROMA, 12 dicembre (Reuters) - Quattro associazioni degli imprenditori, esclusa la Confindustria, hanno lanciato un appello al futuro governo e ai partiti affinché non abbandonino gli impegni assunti con l'Europa.

Lo si legge in una nota di Abi, Ania, Alleanza delle Cooperative e Rete Imprese Italia.

Nel comunicato si dice che "gli impegni assunti dal governo verso la Comunità Europea, in particolare quelli presi con la ratifica del Patto di bilancio europeo il 19 luglio 2012, sono impegni del paese e per il paese, e come tali dovranno essere mantenuti da chiunque sarà chiamato al governo dalla volontà popolare".

Le quattro associazioni ricordano che "il rispetto di tali impegni non consente soluzioni di continuità. Diversamente, prima ancora dell'equilibrio dei conti pubblici, verrebbero meno la credibilità, il ruolo e il peso che il nostro Paese merita in Europa e nel mondo".

Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano.

Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia