PUNTO 1-Governo, Pdl si asterrà su voto fiducia alla Camera

giovedì 6 dicembre 2012 16:44
 

(Aggiunge dettagli)

ROMA, 6 dicembre (Reuters) - Il gruppo del Pdl alla Camera si asterrà al voto di fiducia sul decreto per ridurre i costi della politica negli enti locali, per protestare contro la politica economica del governo.

Lo ha annunciato in una nota il capogruppo Fabrizio Cicchitto.

"Come gruppo parlamentare abbiamo deciso di astenerci oggi pomeriggio sul voto di fiducia richiesto dal governo per marcare la nostra posizione fortemente critica sulla sua politica economica", dice Cicchitto.

Oggi, al Senato, il Pdl non ha partecipato al voto di fiducia sul decreto Sviluppo, dopo che questa mattina, in una trasmissione tv, il ministro dello Sviluppo Economico Corrado Passera ha detto che un ritorno dell'ex premier Silvio Berlusconi sarebbe un danno per l'immagine dell'Italia.

Berlusconi ha annunciato ieri sera in una nota l'intenzione di guidare nuovamente il centrodestra alle elezioni.

Al Senato l'astensione equivale a un voto contrario perchè il quorum viene calcolato sulla base di chi partecipa al voto mentre alla Camera è un voto neutrale perchè il quorum viene calcolato sulla base di chi esprime una preferenza. Per questo motivo il Pdl ha preferito uscire dall'aula questa mattina al Senato per non compromettere comunque l'esito del voto di fiducia.

Il segretario del Pd Pier Luigi Bersani ha chiesto oggi al Pdl "responsabilità" e ha detto che, se il partito di Berlusconi dovesse mantenere la posizione critica verso Monti, spetterebbe al presidente della Repubblica decidere sul futuro del governo e su eventuali elezioni anticipate.

- Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia