Pop Milano non pagherà il 2/1/13 cedola su company preferred securities

martedì 4 dicembre 2012 18:51
 

MILANO, 4 dicembre (Reuters) - Il consiglio di gestione di Popolare Milano ha deliberato di non procedere al pagamento della cedola trimestrale sui "8,393% Noncumulative Perpetual Company Preferred Securities BPM" emessi da Capital I LLC alla data di pagamento prevista per il 2 gennaio 2013.

E' quanto comunica la banca in una nota, precisando che, come conseguenza, non saranno pagati gli interessi neanche sui "8,393% Noncumulative Perpetual Trust Preferred Securities" emessi da BPM Capital Trust I, strumenti che erano stati collocati presso investitori istituzionali.

"La suddetta sospensione facoltativa del pagamento degli interessi - consentita dal regolamento dei summenzionati titoli - è stata deliberata in coerenza con le decisioni assunte in precedenza di sospendere il pagamento delle cedole annuali per i titoli Tier 1 in quanto il bilancio d'esercizio di BPM al 31 dicembre 2011 si è chiuso con una perdita di euro 505 milioni e nessun dividendo è stato pagato sulle azioni ordinarie di BPM durante i 12 mesi precedenti alle rispettive date di pagamento", spiega la nota.

Per lo stesso motivo, lo scorso 29 maggio Pop Milano aveva annunciato che non avrebbe pagato gli interessi maturati sulle 'perpetual subordinated notes' e sui 'company preferred securities' alle date previste del 25 giugno e il 2 luglio e che, conseguentemente, non avrebbe pagato nemmeno gli interessi sui 'trust preferred securities'.

Dopo quest'annuncio, a giugno Moody's aveva tagliato il rating sui bond 'preferred' di Pop Milano a B3 con outlook negativo.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia