4 dicembre 2012 / 17:13 / 5 anni fa

PUNTO1- Italia, per Ue in linea con impegni su deficit 2013/2014-Grilli

(unisce pezzi precedenti, aggiunge dichiarazioni Grilli, contesto)

BRUXELLES, 4 dicembre (Reuters) - L‘aggiornamento odierno della Commissione Ue sulle procedure per deficit eccessivo mostra che l‘Italia è in linea con l‘obiettivo di ricondurre il deficit sotto i target previsti nel 2013 e nel 2014. Ma dal punto di vista congiunturale, nonostante qualche segnale di ripresa e il forte calo dello spread Btp/Bund, non si sono ancora create le condizioni per misure di carattere espansivo.

Lo ha detto il ministro dell‘Economia Vittorio Grilli.

“L‘Italia è risultata assolutamente in linea con gli impegni di riconduzione del deficit all‘interno degli obiettivi previsti l‘anno prossimo e il seguente”, ha detto Grilli nel corso di una conferenza stampa dopo i lavori dell‘Ecofin.

L‘Italia è attualmente alle prese con l‘obiettivo di mantenere il deficit/Pil 2012 sotto il 3%. L‘ultima stima governativa si attesta al 2,6%, ma Bankitalia ha recentemente affermato che questo obiettivo non è scontato. Un valore inferiore al 3% porterebbe alla chiusura della procedura di deficit eccessivo attualmente aperta nei confronti dell‘Italia. Le previsioni del governo per il 2013 e il 2014 si attestano per il deficit/Pil rispettivamente all‘1,5 e all‘1,3%.

In termini strutturali l‘Italia si è impegnata a raggiungere una posizione di bilancio ‘close to balance’ nel 2013 e nel 2014. E per gli anni a venire Bankitalia ha già affermato che potrebbe essere prudente pensare a una manovra correttiva nella primavera 2013 per assicurare il pareggio strutturale anche dopo il prossimo anno.

GRILLI: NON C‘E’ SPAZIO PER MISURE ESPANSIVE

Di fronte a chi chiede invece misure espansive Grilli si limita a dire che, nonostante i primi segnali di ripresa e lo spread Btp/Bund in forte calo, non c‘è spazio per manovre anticicliche.

“Di manovre anticicliche spesso discutiamo a livello di G20. L‘Italia non ha ‘fiscal space’ per fare manovre anticicliche. È chiaro che non ci dispiacerebbe che da altre parti del mondo ci fosse più generazione di domanda” ha risposto a una domanda sulla possibilità di misure espansive.

“Ritengo e vedo alcuni commentatori che cominciano a vedere che le nostre manovre di bilancio e sull‘economia stanno dando effetti. È chiaro che siamo ancora in una situazione congiunturale difficile” ha spiegato oggi, pur ammettendo qualche riscontro in termini di export nei paesi emergenti.

“Una delle cartine al tornasole è quanto riusciamo a essere competitivi sull‘estero. Questo è il primo segnale di un‘economia che sta rigenerandosi” ha aggiunto. “L‘Italia ha migliorato le proprie quote sull‘estero, anche nei paesi Bric. Credo che siano segnali importanti che l‘economia si sta riprendendo, seppur tra varie difficoltà”.

Nè si può pensare su due piedi, ha spiegato il ministro, di utilizzare ex-ante i risparmi per i minori interessi sui titoli di Stato per coprire la spesa pubblica.

“Il modo di contabilizzare i risparmi da interessi non è quello. Da sempre abbiamo previsioni ex ante e poi verifichiamo ex post i risultati” ha detto Grilli, interpellato circa le conseguenze positive del calo dei rendimenti sui Btp registrato nelle ultime settimane. “In nessuna regola contabile, sicuramente non in quelle europee, è permesso di anticipare dei risparmi dai tassi di interessi e usare eventuali risparmi per coperture” ha aggiunto.

Mentre, per quanto riguarda la natura del restringimento del differenziale con la Germania, Grilli ha ricordato che Europa e Italia “stanno assolvendo ai propri impegni”

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below