Germania, governo cerca di salvare accordo fiscale con Svizzera

mercoledì 28 novembre 2012 17:13
 

BERLINO, 28 novembre (Reuters) - Il governo tedesco sta cercando cercato di salvare un accordo fiscale con la Svizzera del valore di milioni di euro bloccato da una disputa politica sugli oneri a carico dei contribuenti di fascia più elevata.

L'esecutivo federale si è rivolto a uno speciale comitato di mediazione dopo la bocciatura del Bundesrat, in cui gli stati federali guidati dall'opposizione hanno respinto la proposta di intesa la settimana scorsa.

Fortemente voluto dal ministro delle Finanze Wolfgang Schaeuble, l'accordo consentirebbe a Berlino di tassare gli attivi nascosti dai cittadini tedeschi in conti in Svizzera.

I socialdemocratici dell'opposizione e i Verdi, che intendono fare della tassazione dei ricchi un tema della campagna elettorale dell'anno prossimo, sostengono che la legge proposta favorisce gli evasori.

L'accordo dovrebbe essere efficace a partire dal 2013. Il comitato di mediazione è composto da membri di entrambe le Camere.

"E' nell'interesse della Germania che questo accordo prenda forma", ha detto il portavoce del governo Steffen Seibert nel corso di una conferenza stampa.

La cancelliera Angela Merkel ha raggiunto un'intesa con la Svizzera ad aprile ma non avendo una maggioranza al Bundesrat, dove sono rappresentanti i 16 lander della Germania, ha bisogno dell'appoggio dell'opposizione.

In base all'accordo le banche svizzere dovrebbero imporre un'imposta punitiva sui circa 150 miliardi di franchi svizzeri di fondi non dichiarati dai tedeschi e parcheggiati sui conti in Svizzera.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia