Produttività, Monti crede che accordo meriti valutazione più positiva

lunedì 26 novembre 2012 14:08
 

MILANO, 26 novembre (Reuters) - Il presidente del Consiglio, Mario Monti, è soddisfatto dall'accordo siglato dalle parti sociali mercoledì scorso sulla produttività sul quale si aspetta una valutazione migliore di quella ricevuta, e si dice dispiaciuto per la mancata adesione della Cgil.

Parlando agli stati generali dei manager a Milano, il premier si è detto "molto contento per l'accordo sulla produttività che credo meriti una valutazione un po' più positiva".

"Lo considero un risultato incisivo, e siamo stati costretti a raggiungerne parecchi di incisivi, incisivo nel consenso e questo anche per chi non veda la concertazione come una finalità meritevole", ha aggiunto Monti precisando che infatti non si è adottato il metodo della concertazione.

Piuttosto sindacati e imprese hanno trovato una intesa sulla base di una indicazione del governo che ha subordinato all'accordo la elargizione dei circa 2,2 miliardi previsti nella legge di stabilità per questa posta.

"Mi è spiaciuto che il più grande dei sindacati non abbia ritenuto di aderire, peccato, ma l'accordo c'è", ha aggiunto.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia