Btp in tenuta dopo buone aste, coperto 94-95% emissioni anno

mercoledì 14 novembre 2012 13:04
 

MILANO, 14 novembre (Reuters) - Il mercato obbligazionario
italiano è in tenuta dopo il buon risultato delle aste a medio
lungo di metà mese, che hanno evidenziato una discesa del
rendimento del Btp triennale ai minimi da due anni e hanno
portato al 94-95% la copertura delle emissioni previste nel
2012.
    "Il mercato era già ben impostato da ieri sera, stamattina
c'è stato un piccolo rally che ha sicuramente contribuito al
buon esito dell'asta", dice un dealer di una banca italiana
specialista. "Negli ultimi due mesi c'è stata una drastica
riduzione della volatilità, e questo ha invogliato molti
accounta rientrare".
    Intorno alle 12,50 il differenziale di rendimento tra Btp e
Bund a 10 anni si attesta a 361 punti base dai 362 punti del
finale di seduta di ieri. Il rendimento del
decennale italiano si attesta al 4,958% dal 4,967% della
chiusura di ieri.
    "Sono livelli che si vedono da settembre, le oscillazioni
dello spread sono al massimo nell'ordine di una decina di punti
al giorno, i tassi si sono assestati", dice un secondo dealer.
    Merito del programma di acquisto titoli annunciato dalla
Banca centrale europea, ma non solo.
    "Non è solo il supporto della Bce. La Spagna continua a
subire una volatilità maggiore, l'Italia ha numeri più solidi e
gli investitori la stanno premiando", rileva Alessandro
Giansanti, strategist di Ing.
    L'esito dell'asta di oggi ne è la prova. Il Tesoro ha
collocato 5 miliardi di titoli a medio lungo, raccogliendo
richieste complessive per 7,480 miliardi.
    Il rendimento del Btp luglio 2015 è sceso al 2,64% dal 2,86%
dell'asta di fine ottobre, portandosi ai minimi dall'ottobre
2010, mentre i tassi dei due off-the-run agosto 2023 e novembre
2029 sono risultati inferiori a quelli visti ieri e nel
pre-asta. 
    In particolare era sul 2029, che ha segnato il ritorno del
Tesoro su scadenze superiori al 15 anni per la prima volta da
maggio 2011, che si concentravano le attenzioni degli analisti.
    Il titolo, al netto delle commissioni è stato assegnato al
5,37%, mentre nei minuti prima dell'asta girava al 5,40%
  
    "L'allocazione ha offerto un segnale molto positivo sulla
ricezione del mercato della parte extra lunga della curva
italiana. Sicuramente il differenziale tra le scadenze a 15 e a
3 anni, attualmente di circa 240 punti base, rientra tra le
spiegazioni del buon risultato di questa asta", nota Chiara
Manenti. 
    Un segnale di come, in un contesto in cui il 'rischio
Italia' si è fortemente ridotto, gli investitori sono meno
restii a spingersi su scadenze più lunghe.
    "Con i collocamenti di oggi il Tesoro ha coperto il 94%
delle emissioni previste sull'intero 2012, breve e lungo, e
dicembre si presenta come un mese molto facile, con esigenze di
rifinanziamento nette pesantemente negative, per circa 40
miliardi di euro", conclude Manenti. 
========================== 12,50 =============================  
FUTURES BUND DIC.           143,08   (-0,07)           
FUTURES BTP DIC.            107,81   (+0,19)           
BTP 2 ANNI  (NOV 14)    107,111  (-0,012) 2,327%   
BTP 10 ANNI (NOV 22)   104,693  (+0,124) 4,958%   
BTP 30 ANNI (SET 40)    92,563  (+0,020) 5,602%   
========================= SPREAD (PB)=========================  
                                             ULTIMA CHIUSURA    
TREASURY/BUND 10 ANNI   27            26 
BTP/BUND 2 ANNI          236           244        
BTP/BUND 10 ANNI       361           362    
livelli minimo/massimo              355,3-363,4  361,4-376,4   
BTP/BUND 30 ANNI       339           340        
SPREAD BTP 10/2 ANNI                   263,1         263,4   
SPREAD BTP 30/10 ANNI                   64,4          63,3      
==============================================================  
    
    
 
Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le
top news anche su www.twitter.com/reuters_italia