Legge stabilità, 1 mld da 2013 a famiglie, taglio Irap da 2014

martedì 13 novembre 2012 19:31
 

ROMA, 13 novembre (Reuters) - Tra maggiori detrazioni sui carichi familiari, riduzione dell'Irap e aumento delle risorse per stimolare la produttività, governo e maggioranza vogliono destinare a famiglie e imprese quasi 1 miliardo nel 2013, circa 3 miliardi nel 2014 e 2,5 miliardi dal 2015.

Così i relatori alla Legge di stabilità, Renato Brunetta (Pdl) e Pierpaolo Baretta (Pd), sintetizzano gli effetti dell'emendamento in materia fiscale depositato oggi in commissione Bilancio dopo un lungo confronto con il governo.

"Quasi 1 miliardo alle famiglie dal 2013, quasi 1 miliardo di minore Irap dal 2014, altri 800 milioni tra 2014 e 2015 per la produttività", dice Brunetta parlando con i cronisti.

Il testo conferma l'intesa di massima siglata due settimane fa con il ministro dell'Economia, Vittorio Grilli. Saltano il taglio dell'Irpef sui redditi fino a 28.000 euro, la franchigia di 250 euro su deduzioni e detrazioni e il tetto di 3.000 euro alle spese detraibili. L'aliquota Iva resta ferma al 10% mentre l'aliquota ordinaria del 21% salirà al 22% dal mese di luglio del 2013.

Le risorse da redistribuire permettono innanzitutto di aumentare dal 2013 le detrazioni per i figli a carico a 980 euro dagli 800 attuali (1.080 da 900 se il bambino ha meno di tre anni). Un beneficio comunque teorico perché la detrazione reale è corretta in base al reddito attraverso una complessa formula.

Le misure di sostegno alla produttività vengono estese anche al 2014 con uno stanziamento di 600 milioni (altri 200 milioni nel 2015 per l'effetto di trascinamento). La Legge di stabilità prevede già in partenza una dotazione di 1,2 miliardi nel 2012 e di 400 milioni nel 2013. Il totale diventa ora 1,2 miliardi nel 2013, 1 miliardo nel 2014 e 200 milioni nel 2015.

Altro capitolo centrale è l'Irap. Le deduzioni per lavoratore dipendente salgono a 7.500 da 4.600 euro, a 13.500 da 10.600 le deduzioni per i lavoratori di sesso femminile e di età inferiore ai 35 anni. Nel caso di assunzioni nel Mezzogiorno, le deduzioni salgono a 15.000 e a 21.000 euro dai livelli attuali di 9.200 e 15.200.

L'emendamento dei relatori istituisce poi un fondo per escludere dal pagamento dell'Irap i piccoli imprenditori che non hanno lavoratori dipendenti e che impiegano beni strumentali di valore non superiore a una soglia da determinare con uno specifico decreto attuativo. La dotazione annua del fondo è di 248 milioni nel 2014 e di 292 milioni dal 2015.

(Giuseppe Fonte)

Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia