Italia, non servono nuove misure per centrare target 2013/2014 -Grilli

martedì 13 novembre 2012 17:18
 

BRUXELLES, 13 novembre (Reuters) - A giudizio del governo l'Italia non ha bisogno di varare misure aggiuntive per centrare gli obiettivi di bilancio da qui al 2014 ma è prematuro parlarne. Lo ha detto il ministro dell'Economia Vittorio Grilli nella conferenza stampa successiva all'Ecofin.

"Mi sembra prematuro e a nostro giudizio che non ci sia bisogno", ha detto Grilli rispondendo ad una domanda sulla necessità di nuove misure per raggiungere i target di bilancio fino al 2014. "Se parliamo da qui al 2014 riteniamo che oggi i conti siano in ordine in maniera permanente", ha aggiunto.

Secondo le ultime stime della Commissione europea, l'Italia dovrebbe avere nel 2013 un deficit strutturale dello 0,4%, raggiungendo l'obiettivo di un sostanziale pareggio concordato in sede europea. Ma la Commissione ha avvertito l'Italia che senza ulteriori misure l'anno successivo si allontanerà i conti devieranno dal pareggio, e il deficit salirà allo 0,8%.

"Le nostre previsioni sono molto simili a quelle della Commissione. La differenza è di qualche decimale. In questo clima di grande incertezza, le previsioni sono difficili da fare. Speriamo di essere stati prudenti sugli scenari di crescita nel 2014 e nel 2015 perchè riteniamo che l'impatto sul Pil delle riforme messe in atto sarà importante," ha spiegato Grilli.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia