Italia condivide difficoltà Paesi sponda Sud Mediterraneo - Monti

lunedì 12 novembre 2012 13:42
 

MILANO, 12 novembre (Reuters) - L'Italia condivide una serie di difficoltà - su tutte l'alto livello di disoccupazione giovanile - con i Paesi della sponda Sud del Mediterraneo ma è impegnata a sostenere la stabilizzazione di tali Paesi, a due anni dallo sbocciare della 'Primavera araba'.

Lo ha detto il presidente del Consiglio Mario Monti, intervenendo alla prima giornata del Forum economico finanziario per il Mediterraneo.

"Il nostro Paese in ragione della prossimità geografica, è impegnato, pur nei limiti che l'attuale situazione economica impone e ci impone, a sostenere processi di stabilizzazione ancora in corso", ha detto Monti, che nei prossimi giorni avrà una serie di visite ufficiali in alcuni Paesi arabi.

"Il quadro delle relazioni commerciali è incoraggiante. Nel 2011 nonostante la congiuntura economica e le tensioni politiche l'interscambio tra l'Italia e i paesi della sponda Sud è cresciuto italia del 4 per cento rispetto all'anno precedente", ha ricordato Monti.

Il premier ha sottolineato il ruolo delle imprese italiane nella stabilizzazione della regione, riconoscendo il merito di aver mantenuto i legami anche nei momenti più difficili.

"Abbiamo una storia, strumenti culturali e sociali per cercare di decifrare meglio di altri (...) le aspirazioni di questi popoli vicini, con i quali condividiamo alcune difficoltà", su tutte il "tasso di disoccupazione giovanile elevato", ha evidenziato il presidente del Consiglio.

(Elvira Pollina)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia