PUNTO 1 - Legge stabilità, empasse esodati, approdo aula giovedì

lunedì 12 novembre 2012 12:55
 

* Nulla di fatto dalla nuova riunione fra il governo e la maggioranza

* Polillo: evitare che il nodo esodati diventi un "vaso di Pandora"

* Per le richieste di Pdl, Pd e Udc servono altri 530 milioni in 2013 (Riscrive aggiungendo fonte maggioranza e contesto)

di Giuseppe Fonte

ROMA, 12 novembre (Reuters) - La difficoltà di trovare una soluzione per gli esodati sta rallentando l'esame della Legge di stabilità, che a questo punto dovrebbe approdare in aula non prima di giovedì 15 novembre.

Lo riferisce una fonte di maggioranza spiegando che non ci sono i tempi tecnici per chiudere il confronto in commissione Bilancio entro mercoledì, come prevede il calendario messo a punto dalla conferenza dei capigruppo.

Il nodo esodati, i lavoratori che dopo la riforma previdenziale di fine 2011 rischiano di trovarsi nei prossimi mesi senza lavoro né pensione, impedisce a governo e maggioranza di raggiungere un accordo anche su come riscrivere la manovra fiscale della Legge di stabilità.

L'empasse è nata dopo che la Ragioneria generale dello Stato ha contestato per mancanza di copertura l'emendamento depositato sabato dai relatori, Renato Brunetta (Pdl) e Pierpaolo Baretta (Pd).

"Bisogna scrivere la norma in modo da circoscrivere la platea ed evitare che diventi un vaso di pandora", ha detto il sottosegretario al Tesoro, Gianfranco Polillo, al termine di un incontro con il ministro dell'Economia, Vittorio Grilli, il sottosegretario al Welfare Michel Martone e i relatori tenutosi questa mattina alla Camera.   Continua...