Costi politica, governo battuto a Camera su Equitalia, prestiti comuni

venerdì 2 novembre 2012 17:43
 

ROMA, 2 novembre (Reuters) - Governo battuto alla Camera su due emendamenti che riguardano le penali a carico dei comuni nel caso di estinzione anticipata dei mutui erogati dalla Cdp e la riscossione dei tributi.

Le commissioni Bilancio e Affari costituzionali hanno approvato, nonostante il parere contrario dell'esecutivo, un emendamento del Pd e un altro della Lega al decreto legge che introduce un composito insieme di norme per ridurre i costi della politica a livello regionale e locale.

Il primo emendamento, sostenuto anche dalla Lega, cancella le penali a carico dei comuni.

Il secondo, stando a quanto dichiarano in una nota i deputati leghisti Massimo Polledri, Massimo Bitonci e Raffaele Volpi, consente a comuni ed enti locali di revocare a Equitalia il mandato a riscuotere i tributi.

Nella sua formulazione originaria il decreto obbliga gli enti locali a far riscuotere i tributi da Equitalia fino al 30 aprile 2013. L'esecutivo ha introdotto questa norma per guadagnare il tempo necessario a presentare e far approvare la riforma del processo di riscossione.

Le commissioni dovrebbero licenziare il decreto nella serata di oggi.

Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia