Governo rinvia di due anni decisione su ponte Stretto Messina

giovedì 1 novembre 2012 07:57
 

ROMA, 1 novembre (Reuters) - Il Consiglio dei Ministri ha deciso di prorogare, per un periodo complessivo di circa 2 anni, i termini per l'approvazione del progetto definitivo del Ponte sullo stretto di Messina al fine di verificarne la fattibilità tecnica e la sussistenza delle effettive condizioni di bancabilità.

Lo rende noto il comunicato diffuso ieri a tarda sera al termine della riunione di governo.

"Tale decisione è motivata dalla necessità di contenimento della spesa pubblica, vista anche la sfavorevole congiuntura economica internazionale, ed è in linea con la proposta della Commissione europea dell'ottobre 2011 di non includere più questo progetto nelle linee strategiche sui corridoi trans-europei. Solo tali opere, infatti, possono godere del co-finanziamento comunitario", spiega la nota.

Qualora in questo periodo di tempo non si giungesse a una soluzione tecnico-finanziaria sostenibile, scatterà la revoca ex lege dell'efficacia di tutti i contratti in corso tra la concessionaria Stretto di Messina spa e il contraente generale, con il pagamento delle sole spese effettuate e con una maggiorazione limitata al 10%.

La decisione consente in sostanza di congelare per il momento la questione della penale da pagare alla società aggiudicataria dell'appalto per il Ponte sullo Stretto di Messina a causa dell'annullamento dell'opera.

L'articolo 8 comma 8 del disegno di legge di Stabilità prevede un accantonamento di 300 milioni per il pagamento della penale all'associazione temporanea di impresa, della quale fa parte Impregilo, per l'annullamento dell'appalto.

(Francesca Piscioneri)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia