SINTESI-Banchieri e Bankitalia chiedono a partiti di proseguire azione Monti

mercoledì 31 ottobre 2012 13:44
 

* Visco: rigore bilancio senza riforme sarebbe controproducente

* Mussari: Italia torna nel baratro se si abbandona agenda Monti

* Bankitalia, reddito reale famiglie calato 9% in 5 anni

* Grilli: per vedere risultati riforme e rigore occorre tempo (Accorpa pezzi, aggiunge contesto)

di Giselda Vagnoni e Stefano Bernabei

ROMA, 31 ottobre (Reuters) - I sacrifici sostenuti dagli italiani per azzerare il deficit pubblico e riconquistare la fiducia dei mercati si rivelerebbero controproducenti se il governo che prenderà il posto dell'esecutivo tecnico di Mario Monti bloccasse il processo di riforme strutturali necessario a rilanciare la crescita.

E' il messaggio inviato in forma diversa ma con identica urgenza dal governatore della Banca d'Italia e dal presidente dell'Associazione bancaria italiana in occasione della Giornata mondiale del risparmio.

"Gli interventi in atto, in Europa e nei paesi più colpiti dalla crisi, avranno successo solo se tutte le parti in causa terranno pienamente fede agli impegni presi. L'aggiustamento di bilancio senza le riforme strutturali finirebbe inevitabilmente per essere controproducente", ha detto Ignazio Visco.

"Tutti coloro che si candidano a guidare il Paese dovrebbero dissipare ogni dubbio circa la ferma adesione agli obiettivi di finanza pubblica tracciati in sede europea ed ai punti che hanno più qualificato in questi mesi difficili l'azione del governo Monti", ha detto Giuseppe Mussari.   Continua...