Italia, Visco: controproducente aggiustamento bilancio senza riforme

mercoledì 31 ottobre 2012 12:13
 

ROMA, 31 ottobre (Reuters) - Lo sforzo di consolidamento dei conti pubblici del governo di Mario Monti si rivelerebbe controproducente se si bloccasse il processo di riforme strutturali volto a incrementare la crescita del Paese.

Lo ha detto il governatore della Banca d'Italia, Ignazio Visco, dopo che le elezioni regionali siciliane e le ultime dichiarazioni di Silvio Berlusconi hanno confermato il clima di confusione e frammentarietà politica con la quale l'Italia si avvia, con le elezioni generali del prossimo anno, a sostituire l'esecutivo dei tecnici.

"Gli interventi in atto, in Europa e nei paesi più colpiti dalla crisi, avranno successo solo se tutte le parti in causa terranno pienamente fede agli impegni presi. L'aggiustamento di bilancio senza le riforme strutturali finirebbe inevitabilmente per essere controproducente", ha detto Visco alla Giornata del Risparmio.

Per l'Italia è "fondamentale" conseguire gli obiettivi di bilancio annunciati e dare piena attuazione al programma di riforme perchè solo così potrà aumentare il potenziale di crescita e rendere sostenibile i 2.000 miliardi di debito pubblico.

Tuttavia, osserva Visco, "le riforme non potranno dispiegare pienamente i propri effetti se dubbi e incertezze sul futuro della moneta unica dovessero mantenere gli spread sovrani al di sopra dei valori coerenti con i fondamentali economici di ciascun paese".

Sabato il vice di Visco, Fabrizio Saccomanni, ha detto che 200 punti di differenziale tra i Btp e i Bund decennali sarebbero più che sufficienti a giustificare il rischio di credito contro l'attuale spread a 350 punti.

La politica monetaria della Banca centrale europea, ha detto ancora Visco oggi, può essere "un argine efficace contro queste distorsioni, ma i benefici potranno essere duraturi solo se la disciplina di bilancio e le riforme nazionali ed europee proseguiranno con la necessaria risolutezza".

(Giselda Vagnoni)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia